17 Agosto 2017, 13:34
IschiaDirectory su Facebook  IschiaDirectory su twitter   
 
Home
Agenzie di Viaggi
Transfer & Tour
Appartamenti e Ville
Agenzie Immobiliari
Centri Benessere
Ristoranti, Pub e Bar
Shopping
Autonoleggi
Eventi e Cultura
News
Castello Aragonese
Tutto l'anno, Mostra Museo Castello Aragonese ad Ischia Ponte...
2ª Ed. Festa dei Pescatori & Co.
Sabato 11 ago 2013, Si svolge la 2ª Ed. della Festa dei Pescatori & Co. organizzata da "Gli Amici di Testaccio"...
Andiamo al cinema dal 24/02
ISCHIA
Ore 19:30 - WAR HORSE
FORIO
Ore 20:00 - VIAGGIO NELL'ISOLA MISTERIOSA in 3D

Festival delle Cose Buone
Il 14 Agosto dalle ore 20:30 in Piazza Serra Fontana, serata di cabaret, musica e gastronomia...
L'albergo Villa Giusto, si affaccia su uno dei panorami pi belli del Sud Italia, la Baia dei Maronti e l'isolotto di Sant'Angelo, dista a pochi metri dal centro e dalla spiaggia.
Sapere
Le Terme di Ischia
Vedere
IschiaDirectory » L'Isola d'Ischia » Parco Marino Protetto
 
L' Hotel Terme Elisabetta il luogo ideale per tutti coloro che abbinano le vacanze alle cure termali, dista circa 800 metri dal mare e pochi minuti dal centro di Casamicciola Terme.

Parco Marino Protetto

REGNO DI NETTUNO - Area Marina Protetta Isole di Ischia, Procida e Vivara

Col decreto ministeriale del 27 dicembre 2007 (G.U. n.85 del 10.04.08) si realizza ciù che per molti sembrava ormai solo un sogno: l'istituzione del "Regno di Nettuno", ovvero di un'Area Marina Protetta, il cui progetto riporta una stesura datata 2001. Regno di Nettuno e parco marino protetto ischia Era stato proprio il commissionato dal Ministero dell'Ambiente alla Stazione Zoologica "Anton Dohrn" di Napoli a produrre in quell'anno uno studio propedeutico all'istituzione dell'Area Marina Protetta, che comprendesse le isole di Ischia, Procida e Vivara. Come in quello studio, il decreto di attuazione del 1997 ripropone una serie di finalità per le quali il progetto era nato:
tutela della biodiversità marina e costiera (particolare attenzione è da rivolgersi - secondo le prescrizioni ministeriali - al recupero del Delphinus delphis, a rischio estinzione);
educare all'ambiente attraverso la divulgazione delle conoscenze degli ambienti marini;
monitoraggio periodico delle condizioni ambientali marine che, oltre ad arricchire le conoscenze riguardanti l'area, permetta un intervento mirato, laddove ce ne fosse bisogno;
valorizzazione della cultura locale e del turismo ecompatibile, nel quadro più generale di uno sviluppo sostenibile.
Nel Regolamento dell'Area Marina Protetta D.M. 10 Aprile 2008 (G.U. n. 118 del 21.05.2008) sono definite le zone di tutela e le attività consentite in ciascuna zona. Il "Regno di Nettuno" è così diviso:

ZONA A: RISERVA INTEGRALE

Comprende il tratto di mare antistante la costa occidentale dell'isolotto di Vivara e quello circostante la Secca della Catena. Sono consentite solo le attività di sorveglianza, ricerca scientifica o di servizio, preventivamente autorizzate dall'ente gestore;

ZONA B: RISERVA A TUTELA GENERALE SPECIALE

Comprende il tratto di mare ad ovest dell'isolotto di Vivara, circostante la Secca delle Formiche e quello circostante la Punta S.Angelo, sulla costa meridionale dell'isola. Sono vietate la pesca professionale, l'acquacoltura e la mitilicoltura, le immersioni subacquee non consentite dal gestore;

ZONA B: RISERVA A TUTELA GENERALE

Comprende i seguenti tratti di mare: quello antistante la costa orientale dell'isola di Procida; quello che circonda l'isola di Vivara, attorno alle zone A e B n.t.; il tratto di mare circostante il Banco di Ischia; quello antistante la costa sud-orientale dell'isola, dalla Punta S. Angelo alla Punta Imperatore, attorno alla zona B n.t..; infine il tratto di mare circostante la Secca di Forio. Oltre alle attività consentite nella zona A, nelle zone B sono permesse la balneazione, le immersioni subacquee, la navigazione entro i limiti di velocità e distanza dalle coste, l'accesso ad alcune tipologie di unità, natanti a imbarcazioni, nonché l'ormeggio e l'ancoraggio in siti individuati, la piccola pesca artigianale, la pescaturismo, l'acquacoltura, sotto specifiche condizioni, e la pesca sportiva solo con lenza e canna, previa autorizzazione dell'ente gestore e riservata ai residenti nei comuni rientranti nell'area protetta;

RISERVA PARZIALE

Comprende il residuo tratto di mare all'interno del perimetro dell'Area Marina Protetta, e, oltre alle attività permesse in zona A e B, è consentito l'accesso o l'ormeggio delle navi da diporto, in linea con precisi criteri ecocompatibilità , in siti individuati, e l'estensione della pesca sportiva autorizzata anche ai non residenti;

ZONA D: TUTELA DEI MAMMIFERI MARINI

Comprende il tratto di mare corrispondente alla testata del Canyon sottomarino di Cuma, a nord-ovest dell'isola. Sono consentite la maggior parte delle attività precedenti, nonché la pesca a circuizione e a strascico, autorizzate dall'ente gestore, e l'osservazione dei cetacei, secondo un dettagliato codice di condotta.
In generale, in tutte le aree sono vietate le attività che possano alterare le caratteristiche dell'ambiente e creare turbamento delle specie vegetali e animali. È inoltre vietata qualsiasi attività di cattura (pesca e caccia) e di raccolta sia di specie animali, che di reperti archeologici e geologici, e, ancora, l'immissione di sostanze tossiche o inquinanti, la discarica di rifiuti e l'acquacoltura. Infine è vietato l'utilizzo di fuochi all'aperto.
La gestione dell'Area Marina Protetta è affidata provvisoriamente al Consorzio costituito dai 6 comuni dell'isola d'Ischia e dall'isola di Procida.
 
cartina isola d'ischia
foto ischia, ischia foto, ischia
Informazioni
Inserisci evento su IschiaDirectory

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di www.IschiaDirectory.it . Ulteriori informazioni