26 Ottobre 2021, 20:18
IschiaDirectory su Facebook  IschiaDirectory su twitter   
 
Home
Agenzie di Viaggi
Transfer & Tour
Appartamenti e Ville
Agenzie Immobiliari
Centri Benessere
Ristoranti, Pub e Bar
Shopping
Autonoleggi
Eventi e Cultura
News
Castello Aragonese
Tutto l'anno, Mostra Museo Castello Aragonese ad Ischia Ponte...
CALCIO: NAPOLI - FIORENTINA
24/09/11, Il Cinema Excelsior di Ischia trasmette in diretta l'evento calcistico di Srie A tra il Napoli e la Fiorentia...
Pizza Festival - Michele Zarrillo
20 Agosto 2015 - 4 ed. di Pizza Festival a Buonopane, ospite Michele Zarrillo in concerto...
Tutti insieme a Villa Arbusto
Un'isola nel Mediterraneo tra musica e teatro...
Villa Natalina una struttura di nuova costruzione, situata sulla Baia di Sorgeto a 400 mt dal centro di Panza e 2 km dalla spiaggia Citara..........
Sapere
Le Terme di Ischia
Vedere
IschiaDirectory » L'Isola d'Ischia » I nomi dell'isola
 
L'agenzia propone molteplici servizi e assistenza in loco garantita, prenota Hotel Terme, Transfer, escursioni guidate con partner affidabili contattaci.

I nomi dell'isola

Crocevia di culture diverse, l'isola d'Ischia ha subito le dominazioni di Greci, Romani, Arabi, Normanni, Spagnoli, Francesi. Appare chiara perciò, la circostanza per la quale l'isola fu indicata nel corso dei secoli con nomi diversi. L'etimologia di ogni toponimo fa riferimento a un carattere geomorfologico dell'isola, a motivi desunti dal mito o a specifiche attività che vi venivano praticate. Fino al XVI secolo i toponimi Inarime o Arime, Pithecusa e Aenaria furono usati contemporaneamente.

Il primo nome attribuito all'isola appare nel secondo libro dell'Iliade di Omero: "Come quando il fulminante / irato Giove Inà rime flagella / duro letto a Tifé o, siccome è grido". L'isola è qui chiamata Inà rime o Àrimos (così la definirono sia i poeti greci quali Pindaro, Esiodo, Archiloco; che quelli romani dell'età augustea, primo fra tutti Virgilio), che per alcuni significa "terra del fuoco", a causa della presenza delle fumarole, per altri "terra degli Arimi"; c'è poi chi propone una derivazione dal greco en arì mois, tra le scimmie, o dall'accadico i narim, isola delle sorgenti. Nei versi omerici succitati si fa riferimento anche al mito di Tifeo, col quale gli antichi spiegavano l'origine magica della costante attività geotermica dell'isola. Ancora: in merito ai versi omerici va ricordata l'ipotesi (rimasta tale per la mancanza di prove attendibili) dello storico Philippe Champeault, secondo la quale Inà rime va identificata con Scheria, l'isola dei Feaci nel viaggio di Ulisse, collocando l'incontro tra Ulisse e Nausica nei pressi di Casamicciola. "I-scheria" è in realtà un appellativo fenicio che significa isola nera.

I Greci la chiamarono Pithecusa, "isola delle scimmie" o - più probabilmente - "isola dei vasi di terracotta". Tale toponimo fu usato contemporaneamente per indicare la nostra isola e Procida, in quanto Filostrato pensava che in antichità le due isole fossero una sola. Nel periodo romano l'isola cambia nome e diventa Aenaria, termine che secondo la tesi leggendaria di Plinio, si riferisce ad Enea, che sarebbe giunto sull'isola dopo la sconfitta di Troia.

La prima volta che troviamo il toponimo Ischia è in una lettera dell'812, inviata da papa Leone III a Carlo Magno. La sua etimologia è incerta, ma l'ipotesi più probabile è che il termine Ischia derivi dalla corruzione di insula, isola, divenuta nell'Alto Medioevo issla e poi iscla.
 
cartina isola d'ischia
foto ischia, ischia foto, ischia
Informazioni
Inserisci evento su IschiaDirectory

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di www.IschiaDirectory.it . Ulteriori informazioni